La mania del latte d'avena non sta andando da nessuna parte

Se non stai ancora viaggiando sul treno del latte d'avena, sali a bordo.

Immagine per gentile concessione di Oatly

Ricordo ancora il mio primo sorso di latte d'avena. L'anno: 2016. Il luogo: Butler café a Brooklyn, New York, a pochi isolati dal mio vecchio appartamento (il secondo bar della città a portarlo, ho imparato in seguito da Il New Yorker). Un latte fumante caldo e incredibilmente cremoso più tardi, ed ero ossessionato, insieme al resto del mio quartiere di buongustai hipster, non abituato a dormire su una costosa tendenza a base di latte vegetale. Williamsburg ha visto quello che può essere descritto solo come una corsa al latte d'avena e Oatly, il marchio svedese che ha portato il latte d'avena negli Stati Uniti, non è riuscito a tenere il passo con la domanda. I Brooklynites sono diventati irritabili e disperati, alcuni sborsano $ 20 al litro su Amazon, come il Newyorkese segnalato al momento. (Ammetto solo di fare scorta di tre cartoni alla volta ogni volta che il mio droghiere riceveva una spedizione.)

Quattro anni dopo, quella carenza locale di latte d'avena ha lasciato il posto a un vantaggio nazionale. Con le vendite in dollari in aumento del 1,946% negli ultimi due anni, secondo i dati riportati dalla società di ricerche di mercato SPINS, è il latte alternativo a più rapida crescita. Ora puoi ottenere un latte di avena da Dunkin 'e Starbucks, e con ogni probabilità una versione a base di latte d'avena di ogni prodotto lattiero-caseario di Wegmans e Trader Joe's: gelato (delizioso), formaggio (meh), yogurt, burro, latte in scatola. Bill Aimutis, Ph.D., direttore del North Carolina Food Innovation Lab, dice a SELF che può vedere il prodigio non caseario sorpassare il latte di mandorle. "Penso che si sosterrà in termini di popolarità e continuerà a crescere".

Allora, cosa c'è dietro il fervore del latte d'avena in corso?

Prima di tutto: hai assaggiato la roba? La sensazione in bocca incredibilmente cremosa, la leggera dolcezza.Il latte di soia ("il consumatore non si curava del gusto") e il latte di mandorle ("astringente nel caffè") non sono mai stati in grado di raggiungere il fandom del gusto in una popolazione più ampia, afferma Aimutis. Aneddoticamente, questa traccia: nel frigorifero della mia famiglia pieno di vari tipi di latte non caseario, Oatly è l'unico che il mio fedele papà ritiene accettabile. E posso garantire per la sua bontà direttamente, sui cereali, nel caffè e nei prodotti da forno. Il latte d'avena si emulsiona magnificamente nel caffè, da qui la mania del latte, a differenza della maggior parte dei suoi concorrenti. Si schiude anche favolosamente in un cappuccino fatto in casa, a proposito. Ed "è molto buono per la cottura", aggiunge Aimutis.

La scienza dietro la sua appetibilità? "Amiamo i dolci e amiamo i grassi, e con il latte d'avena ottieni un po 'di entrambi", dice Aimutis. Molti latti d'avena sono arricchiti con un po 'di olio vegetale, che crea quella sensazione burrosa di cremosità sulla lingua, spiega Aimutis. E spesso contengono alcuni zuccheri che vengono creati naturalmente durante il processo di produzione del latte d'avena quando parte dell'amido d'avena si scompone in molecole di zucchero.

Il latte d'avena ha anche successo dal punto di vista nutrizionale. È amico degli allergeni, privo di frutta a guscio, soia e glutine. (Non tutte le marche sono prodotte in una struttura priva di glutine, quindi controlla la certificazione se hai la celiachia.) Molte varietà non contengono zuccheri aggiunti, cosa che alcune persone cercano. E gode di un alone di salute residuo derivante dalla commercializzazione del settore dell'avena come alimento salutare per il cuore, grazie alla fibra di beta glucano che riduce le LDL: il latte d'avena ha in genere uno o due grammi per tazza. "Prima ancora che le persone provino il latte d'avena, sono consapevoli delle attività di promozione della salute dell'avena in generale", spiega Aimutis.

Poi c'è la parola s: sostenibilità. "Il latte d'avena [racconta] una storia migliore, dal punto di vista della sostenibilità e dell'impatto sull'ambiente, persino delle mandorle, degli anacardi o del cocco", afferma Aimutis. Semplicemente, l'avena è economica e facile da coltivare. "Possiamo piantare avena ogni volta che possiamo piantare grano e mais, mentre anacardi e noci di cocco crescono solo in alcune regioni tropicali", spiega Aimutis. Anche la coltivazione e la lavorazione dell'avena richiedono molto meno lavoro e acqua. "I grandi agricoltori possono coltivare avena abbastanza facilmente, mentre anacardi e mandorle richiedono molta manodopera [e] più acqua". (Le cattive pubbliche relazioni del latte di mandorle a causa del suo consumo esorbitante di acqua hanno contaminato il mio amore per la roba.) E con una catena di approvvigionamento efficiente, le aziende possono trasformare rapidamente nuovi prodotti, aggiunge Aimutis.

Il mese scorso, Oatly ha ottenuto l'ultimo sigillo di approvazione culturale. Oprah ha investito nell'azienda, così come Jay-Z e Natalie Portman. La valutazione? Ben due miliardi di dollari. Nel frattempo, Aimutis sta tenendo d'occhio i nuovi prodotti della "prossima Oatlys del mondo".