6 cose sorprendenti che potrebbero accadere durante una riunione pandemica con il tuo partner

Inoltre, alcuni suggerimenti per rendere la transizione più fluida.

Pixel strano / Adobe Stock

Una riunione pandemica post-quarantena con il tuo partner non è sempre così dolce come potresti immaginare. Dopo settimane o mesi di allontanamento sociale in luoghi separati, la pandemia di coronavirus rimane ancora. Ciò significa che ogni interazione viene fornita con un protocollo un po 'scomodo. Invece di saltare l'uno nelle braccia dell'altro, potresti aprire la porta e uscire con cautela da un piccolo corridoio per far entrare il tuo amante nella tua casa. Potresti guardarli mentre si tolgono la maschera e aspettare pazientemente che si lavino le mani per 20 secondi, mormorando a te stesso "Buon compleanno". Quindi, vi sorridete a vicenda o il vostro cuore inizia a battere così forte che non sapete cosa fare.

Personalmente, ho avuto un'esperienza extracorporea quando ho visto il mio partner per la prima volta. Eravamo separati da un mese, un periodo durante il quale avevo completamente rivoluzionato la mia vita, passando da barista a scrittore freelance a tempo pieno. Per tre settimane, ha combattuto un grave caso di mal di gola e ha tentato di mantenere a galla i suoi affari. Entrambi stavamo aspettando questo momento da un mese. Eppure, quando finalmente è arrivato il momento, mi è sembrato che non fosse nemmeno lì davanti a me. Invece, mi sembrava di fluttuare accanto a lui, disincarnato e invisibile. Temevo che qualcosa non andasse nella nostra relazione, ma si è scoperto che questa non è una risposta del tutto anormale.

"A New York e in alcuni degli altri punti caldi, [le persone] hanno subito un trauma significativo", dice a SELF Rachael Robnett, Ph.D., professore associato presso l'Università del Nevada, Las Vegas. "Quindi ... oltre al periodo di adattamento solo tra voi due, ci sono ancora tutte queste altre cose che stai cercando di affrontare." Questo ha senso. Quella sensazione dissociata che ho avuto è una risposta comune a eventi traumatici. Dopotutto, questa non era una riunione ordinaria. Non eravamo in vacanza prolungata. Io e il mio compagno eravamo stati tenuti separati dalla minaccia di goccioline respiratorie. La vita era, ed è tuttora, in totale sconvolgimento.

Stare lontano dai propri cari è una parte incredibilmente impegnativa di questa pandemia. E le riunioni, sebbene generalmente positive, portano un miscuglio di emozioni contrastanti. Mi sono di nuovo sistemato in un ritmo con il mio partner, ma ero ancora curioso di sapere come reagivano le altre persone alle loro riunioni pandemiche. Di seguito, sei persone condividono com'è stato separarsi e riunirsi con i propri cari durante la pandemia. Spero che le loro storie ti aiutino a realizzare ciò che sono arrivato a capire: non c'è modo sbagliato di reagire una volta che rivedi il tuo partner.

1. La riunione potrebbe potenzialmente porre fine a mesi di disconnessione.

Anche per le coppie che erano abituate a trascorrere del tempo separate, la pandemia ha portato alcune sfide impreviste. Gaby D., 32 anni, dice a SELF che lei e il suo partner, Mal, erano abituati a fare lunghe distanze prima della pandemia. Per un anno e sei mesi, la coppia ha viaggiato tra Los Angeles e New York City, spiega. Una volta colpita la pandemia, tuttavia, il viaggio aereo non era più un'opzione. "All'improvviso, la lunga distanza è passata dall'essere il nostro modo di vivere a assolutamente impossibile", dice Gaby. Incapace di recarsi a New York City per visitare il suo compagno, Gaby e Mal trascorsero tre mesi e mezzo di distanza.

Durante questo periodo, Gaby e il suo partner litigavano più spesso, ma Gaby dice che sapeva che le tensioni aggiuntive non erano segni di grossi problemi di relazione. Alla fine, Mal ha guidato cinque giorni per vedere Gaby in California. “Quando ho visto [Mal], ero così sollevato e così felice. Li baciai attraverso la finestra prima ancora che avessero il tempo di aprire la porta. Ho mantenuto la speranza per tutto il tempo che, anche se era difficile essere separati, non appena fossimo stati di nuovo insieme e avremmo potuto risolvere l'intera pandemia ... saremmo di nuovo a posto.

2. Potresti renderti conto che il tempo trascorso lontano è stato un bene per te e per la tua relazione.

Dopo che il suo partner ha contratto il coronavirus, Tiffanie C., 25 anni, e il suo partner sono stati separati per due mesi. Per rimanere in contatto, hanno chattato in video fino a quando non si sono addormentati insieme. La distanza era dura, ma Tiffanie dice a SELF che “passare un po 'di tempo separati l'uno dall'altro ha effettivamente rafforzato un po' la nostra relazione. È importante essere in grado di separarti dal tuo partner a volte e concentrarti su te stesso. " Durante i due mesi di distanza, Tiffinie afferma di essersi interessata allo yoga e alla meditazione, "il che mi ha aiutato con la mia sicurezza generale (dentro e fuori dalla mia relazione) e mi ha dato la capacità di essere felice da solo". La riunione stessa? Era piuttosto discreto. "Abbiamo fatto scorta di snack e bevande e abbiamo trascorso una classica serata al cinema quando ci siamo finalmente riuniti", dice. "[La riunione] consisteva in molto tempo di qualità e coccole."

3. Potreste abbracciarvi e piangere ... e trasferirvi immediatamente insieme.

Non sorprende che molte coppie, una volta insieme, decidano di mettere in quarantena nella stessa famiglia. Alex H., 26 anni, è stato lontano dalla sua partner per un mese e mezzo dopo che lei ha avuto una febbre bassa e persistente. Non era COVID-19, ma a causa della mancanza di test disponibili, la quarantena era la loro unica opzione. "Dopo un periodo così lungo e stressante, la nostra riunione è stata tanto più estatica e catartica", dice Alex a SELF. "Ci siamo abbracciati e abbiamo pianto." Ma, aggiunge, una volta che si sono trasferiti insieme, ci sono state alcune sfide. "Fondamentalmente, trasferirsi con un nuovo partner è già abbastanza stressante senza una pandemia mondiale, ma ci siamo adattati per farlo funzionare".

In situazioni in cui le coppie si riuniscono dopo il tempo trascorso lontano a causa della pandemia, Robnett ha due consigli. "La cosa più importante è prepararsi per un periodo di adattamento [e] riconoscere che all'inizio potrebbe essere difficile", dice. Insieme alla preparazione mentale, suggerisce che le coppie comunichino sul periodo di adattamento in arrivo. "Una volta che riconosci che le cose potrebbero essere un po 'diverse, parlane", spiega. "Se provi a spazzolarlo sotto il tappeto e fingi che non sia successo nulla, potresti effettivamente causare problemi su tutta la linea."

Alex e il suo partner hanno inconsapevolmente seguito il consiglio di Robnett. "Avevamo parlato in anticipo delle nostre ansie e ci siamo rassicurati a vicenda", dice, aggiungendo che hanno continuato ad avere quelle conversazioni man mano che sorgono difficoltà.

4. Potresti scoprire che essere separati è solo uno dei tanti fattori di stress che stai affrontando.

Per alcuni, la pandemia ha aumentato l'intimità emotiva. Jo T. *, 29 anni, si è trovata improvvisamente in una relazione molto più intima dopo essere stata separata dal suo partner per due mesi. Prima della pandemia erano meno gravi, ma mentre erano separati cominciavano a parlare molto più spesso. "Essere l'uno nella [vita] dell'altro ogni giorno era un tipo di intimità che non avevamo mai avuto prima", dice Jo a SELF. Sebbene la loro riunione pandemica fosse dolce - piena di lacrime e abbracci - Jo si rese conto che essere separati non era il suo principale fattore di stress. “Ho pensato che molto di quello che provavo durante la quarantena avesse a che fare con la sua mancanza. Ma la nostra relazione era solo qualcosa su cui mi stavo fissando perché era la mia ancora in un momento davvero difficile ", spiega.

Non è raro che le persone si affidino a partner romantici per la maggior parte del loro supporto emotivo. Tuttavia, Robnett suggerisce di essere consapevoli di questa tendenza, specialmente nei momenti in cui tutti hanno a che fare con fattori di stress. "Vuoi avere un'ampia rete di sostegno sociale in modo che non ci sia l'onere che grava solo su questa persona", spiega. Jo ha fatto esattamente questo. "Ho deciso di concentrarmi sulla guarigione da solo, ho trovato un terapista ... e lentamente ho iniziato a ricostruire la mia vita."

5. Potresti sentirti emotivamente distante anche se ti sei riunito.

"È stata un'esperienza piuttosto confusa", dice Nichole H. *, 25 anni, a SELF. "Le cose sembravano e continuano a sentirsi diverse", dice parlando del ricongiungimento con il suo partner dopo tre mesi di distanza. Nichole afferma di essere una persona che ha bisogno di molto tempo per sentirsi a proprio agio con un partner e si affida "principalmente all'interazione interpersonale per farmi sentire vicino e felice con qualcuno". Quando si sono riuniti, sono andati a fare un'escursione e hanno preparato un picnic. Hanno guardato insieme le clip di Tik Tok e hanno riso. “Il primo incontro dopo la quarantena è stato carino ... ma c'è una differenza che non riesco a individuare. Forse la conservazione del tentativo di mantenere le cose a galla ha prosciugato molta energia emotiva ".

Robnett sottolinea che eventi che cambiano il mondo come una pandemia possono cambiare la tua visione del mondo e le tue percezioni di te stesso. "La [tua] identità potrebbe cambiare in modi fondamentali", dice. "Quindi è certamente possibile che alcune persone, che sono in quarantena separatamente, possano tornare insieme e rendersi conto che il loro partner ... o la loro dinamica è un po 'diversa da quando erano insieme pre-pandemia." Per affrontare queste differenze, Robnett suggerisce di comunicare con il tuo partner su questi cambiamenti.

6. La tua riunione potrebbe sembrare un primo appuntamento.

Raechel W., 29 anni, è stata separata per tre mesi dal suo partner, Steve, dopo due anni di appuntamenti. Raechel ha l'asma (come molte delle persone con cui vive), quindi, oltre ad essere lontana da Steve, la pandemia ha suscitato nuove ansie. "Ho iniziato ad avere attacchi di panico", dice a SELF. "Ho dovuto creare nuove capacità di coping per me stesso e lavorare per ridurre la mia ansia ... andando a fare passeggiate quotidiane e dicendo a [Steve] di non parlarmi delle notizie."

Dopo tre mesi, la riunione è stata dolce ma imbarazzante. “Abbiamo fatto una passeggiata per un'ora o due, e ci è sembrato quasi un primo appuntamento. Abbiamo perso un po 'di quel ritmo naturale che arriva quando sei inseparabile, e mentre ci scherzavamo, internamente, i miei pensieri correvano. Ero così sconvolto per quella sensazione di un po 'di imbarazzo. Avevo paura che sarebbe durata. Per fortuna, non è stato così ".

Imparare a far fronte a questa pandemia rappresenterà delle sfide per tutti noi. Il mondo cambia continuamente e le riunioni sono transizioni, anche se felici. “Anche quando vi vedrete di nuovo, anche se è un momento felice, stanno succedendo molte cose davvero difficili. È difficile metterlo da parte ed essere solo gioiosi e nel momento ", dice Robnett. Quindi qualunque cosa succeda quando finalmente ti riunisci con la persona amata, sappi che va bene sentire quello che stai provando.

I nomi sono stati modificati su richiesta.