Cosa fa Whoopi Goldberg mentre tutti gli altri dormono

"Può succedere di tutto in questa stanza."

Amanda Behrens / Getty Images

Nel nostro Dormire con ... serie, chiediamo a persone di diversi percorsi professionali, background e fasi della vita come si comportano dormire la magia accade.

La notte ideale per il riposo e la cura di sé di Whoopi Goldberg prevede il girovagare per casa sua ed essere lasciata sola. Ad esempio: a una certa ora, lascia il cellulare in un'altra stanza e fa affidamento sul telefono fisso accanto al letto solo per le chiamate di emergenza. "Mi permette di non dover gestire chiamate casuali, perché non voglio farle", dice Goldberg a SELF. Goldberg, 65 anni, è al punto della sua vita in cui ha smesso di vivere per altre persone. Fa quello che vuole, quando lo vuole, e apprezza tutto ciò che ha lungo la strada.

Per Goldberg, gran parte del vivere la sua verità significa anche sentirsi meglio fisicamente. Goldberg convive con l'emicrania da circa 40 anni. Grazie a una recente collaborazione con il farmaco su prescrizione Nurtec ODT, ha trovato una tregua fisica, insieme all'opportunità di condividere la sua storia di com'è avere una condizione dolorosa. "Hai un'emicrania e porta con sé tutto questo bagaglio", dice. “Sarà uno in cui la luce è troppa? O sarà uno in cui il suono è troppo? Devo entrare nell'armadio o sotto il letto? Cosa devo fare?"

In questi giorni, Goldberg dice di essere in grado di curare la sua emicrania con Nurtec ODT, qualcosa che ha contribuito al suo senso generale di benessere. Per ulteriori informazioni sui modi in cui Goldberg si prende cura di se stessa, inclusa la sua relazione con il riposo, la definizione dei confini di notte e una routine di cura della pelle inesistente, continua a leggere.

Beh, dico solo che ho finito per la notte e ho finito.

Parlo con mia figlia, con mia nipote, con la mia pronipote. Sono tutti a Los Angeles. Gli amici chiameranno. Non permetto il cellulare vicino al mio letto, perché se hai bisogno di me, mi chiamerai sul telefono fisso. Mi permette di non avere a che fare con chiamate casuali, perché non voglio farle.

Se è una certa ora, rispondo al telefono. La maggior parte delle persone sa di non chiamarmi dopo le 23:00, a meno che non si tratti di un'emergenza. Le persone vogliono solo chiamarmi ed è come se non avessi davvero niente da dire.

Non dormo molto, quindi cerco di fare molte cose in casa.

Devo dare da mangiare al gatto, prendo un paio di cuffie e ascolto solo un buon audiolibro. Mi sveglio alle 3 del mattino, alle 3:15 del mattino.Questo è sempre stato quando ero sveglio. Forse dormirò un paio d'ore, ma non proprio. Non è mai stata la mia strada. Mai.

Quando ero un ragazzino, c'erano molte cose al mondo a cui pensare. La mia mente è rimasta a vagare, pensare, ridere, inventare storie e ogni genere di cose. E non mi ha mai infastidito. Potrei alzarmi e andare a scuola e stare bene. Mia madre faceva impazzire. "Cosa intendi?" avrebbe detto. "Tutti hanno bisogno di dormire." Beh, ho bisogno di riposo, ma non ho bisogno di dormire. Quindi, per riposare, sono a letto con le cuffie e un bel cuscino. Questo per me è tutto, se solo posso riposarmi e galleggiare.

La mia camera da letto ha un paio di sedie dentro.

Ci sono il letto e un paio di sedie. C'è una televisione su una parete, ma non la guardo se ascolto il libro. Può succedere di tutto in questa stanza.

Quando sono sveglio la mattina presto, giro per casa mia.

Guardo le cose. È piuttosto divertente. Guardo le foto della mia famiglia e dei miei amici, poi vado in cucina, vedo cosa sta succedendo lì dentro. Vado e cerco di capire cosa sta combinando il gatto. Ci sono topi qui? Solo cose folli, folli e divertenti. Mi ricorda che vivo qui.

I miei rituali hanno davvero a che fare con il ricordare quanto sei fortunato.

Perché mi diverto - mi sto divertendo nella mia vita, e ci ho sempre provato, ma ora non mi interessa davvero. Lo faccio se gli altri pensano che sia un buon momento o no.

Questa intervista è stata modificata e condensata per lunghezza e chiarezza.